0
lens

CIBI[amo]ci con criterio

"Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo"

O. Wilde

Si sprecano acqua, energia e anche cibo. Ogni anno gettiamo via quasi un miliardo e mezzo di tonnellate di cibo (circa un terzo di quello prodotto). Tutto questo cibo finisce nella spazzatura dei consumatori, dei ristoranti e dei commercianti, oppure diventa avariato durante il trasporto e nei magazzini. 

Ma anche per produrre gli alimenti che non si consumano è stato necessario utilizzare acqua, energia e fertilizzanti. Quindi si spreca cibo, ma si sprecano anche queste altre importanti risorse.

Come si può immaginare, sono soprattutto i Paesi più ricchi a sprecare: si è calcolato che gettano nella spazzatura il 28% del loro cibo, mentre i Paesi meno ricchi ne sprecano solo il 7%.

Ma non c’è solo il cibo. Molti oggetti (vestiti, scarpe, libri, mobili, oggetti elettronici, ecc...) che noi utilizziamo, vengono spesso buttati nella spazzatura prima della loro fine naturale. E’ importante perciò allungare la loro vita il più possibile.

Bisogna perciò fare la strategia delle 3R:

• RIDURRE: per diminuire la quantità di materiali consumati è necessario scegliere, al momento dell’acquisto, i prodotti più durevoli e facilmente riparabili; anche gli imballaggi, cioè le scatole e le plastiche che li contengono, devono essere ridotti al minimo;
• RACCOGLIERE: gli oggetti che non servono più possono essere rivenduti, scambiati, regalati o trasformati; in ogni caso, devono essere suddivisi per materiali e consegnati alla raccolta differenziata del proprio comune;
• RICICLARE: grazie alle tecniche più avanzate, si può arrivare a riciclare oltre il 75% dei materiali di scarto. L’industria farà poi nuovi oggetti utilizzando questi materiali, non consumando così nuove materie prime.

Attraverso il punto 12 dell’Agenda 2030 si vuole quindi dimezzare lo spreco degli alimenti a livello globale, sia nella vendita al dettaglio, sia da parte dei consumatori; inoltre si cerca si ridurre le perdite di cibo durante le catene di produzione e di fornitura. È fondamentale inoltre raggiungere la gestione eco-compatibile di sostanze chimiche e di tutti i rifiuti durante il loro intero ciclo di vita. In qesto senso viene promossa la riduzione in modo sostanziale della produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo.

Con il punto 12 vengono inoltre incoraggiate le imprese, in particolare le grandi aziende multinazionali, ad adottare pratiche sostenibili e a integrare le informazioni sulla sostenibilità nei loro resoconti annuali.

Infine è fondamentale aiutare i Paesi in via di sviluppo nel potenziamento delle loro capacità scientifiche e tecnologiche, per raggiungere modelli di consumo e produzione più sostenibili.

 

8 sett consumo responsabile

 

Mangiare è bello!

WhatsApp Image 2021 09 02 at 10.15.59 2

 La Musica della Settimana

"Baby One More Time" Britney Spears

"I'll Be There For You" The Rembrandts

"Everybody Get Up" Five

 

Teatro3

 

"Ci si abbraccia per ritrovarsi interi"

Abbraccio

 >>La bella estate<<

Staff

 Click! :-)

Oggi lasciate che sia felice, io e basta,

con o senza tutti, essere felice con l'erba

e la sabbia essere felice con l'aria e la terra,

essere felice con te (...)

essere felice.

P. Neruda

Gruppo1

I Link dei nostri Video

GC21/P01/08 Scoiattoli Rossi

GC21/P02/08 Storioni Blu

GC21/01/08 Scoiattoli Rossi

GC21/02/08 Storioni Blu

Cantando Malibù 1

Cantando Malibù 2

Giochi

 

La Storia della Settimana

Una storia divertente con protagonisti due re golosoni e i loro pasticceri. Se volete leggere il racconto, cliccate sul corrispondente bottone verde più in basso.

STORIA