0
lens

Green Camp 2017: dicono di noi!

Festa Finale
Quando:

Saranno famosi

I bimbi e ragazzi dai 4 ai 12 anni protagonisti del Green Camp "Una Fantastica Estate", che per 10 settimane - da Giugno a Settembre - ha animato l'Oasi i Leprotti, sono comparsi sulla stampa locale: prima, in un articolo de "L'Eco della Città", poi, in un servizio nell'ultimo numero di "Ordine e Libertà", che potete trovare qui sotto.

Molti i commenti positivi di bimbi e genitori, che hanno riempito di orgoglio e soddisfazione la titolare Barbara Bianchi e tutto lo staff, capitanato dagli educatori Nicoletta Panigada e Fabio Mazzetto. Per chi se le fosse perse, è possibile rivivere le avventure del Green Camp nella sezione Racconti del Grenn Camp.

Ci vediamo il prossimo anno!

Da "Ordine e Libertà"del 22 Settembre 2017

BAMBINI - Leprotti, un'esperienza a contatto con la natura
Quante Avventure!
“Campus eccezionale, Davide si diverte tanto ed ogni giorno, giocando, impara cose nuove. È un piacere per noi genitori affidare a Nicoletta, Fabio e a tutto lo splendido staff i nostri figli.” Rosalba. “Posto incantevole nella natura. Un campus estivo organizzatissimo e staff Doc. Ai Leprotti non ci si annoia mai… sempre un sacco di attività. Educatori molto attenti alle necessità di ogni singolo bambino”. Elena.

Quelle di queste mamme sono solo alcune delle recensioni lasciate su Facebook dai genitori dei bimbi e dei ragazzi fra i 4 e 12 anni che hanno partecipato al Summer Camp “Una Fantastica Estate”, il campus estivo attivo da diversi anni presso l’azienda agrituristica i Leprotti di Barbara Bianchi, che lei, a ragione, preferisce chiamare “Oasi”.

Una struttura immersa nel verde del Parco del Ticino dove si può pernottare, effettuare trattamenti di benessere, organizzare feste e cerimonie, acquistare pellet a filiera corta e vari prodotti del territorio. Ma d’estate, non c’è storia: l’Oasi i Leprotti è proprietà indiscussa dei ragazzi del campus!

Guidati da Nicoletta Panigada e Fabio Mazzetto, per dieci settimane, oltre 90 ragazzi si sono resi protagonisti di tante avventure a contatto con la natura - sono raccontate nel Blog del Campus, sul sito dei Leprotti www.leprotti.com. Per salutarsi, lo scorso 9 Settembre si è tenuta una grande festa con le famiglie, coinvolte in un’avvincente caccia al tesoro, che ha visto anche l'intervento di Beatrice Poggi, Assessore a Cultura, Sport e Turismo per il Comune di Abbiategrasso.

"Grazie a tutti gli animatori - continua la piccola Beatrice, una dei giovani protagonisti del campus -. Mi sono divertita tanto e ho imparato nuove cose. Mi avete aiutato. Vi voglio bene, nn vedo l'ora di tornare." E’ sempre mamma Elena che riporta allo staff il messaggio della figlia, ed aggiunge: “Lei entusiasta di tutto e anche noi genitori. Si è trovata benissimo e soprattutto grazie di averla supportata alla notte quando non riusciva a dormire. Fantastica squadra!”

Sì, perché al Summer Camp dei Leprotti erano previste anche delle “notti in cascina”: sacchi a pelo, peluches e storie della buonanotte, per offrire ai ragazzi un’esperienza “alternativa”, una piccola avventura per iniziare ad abituarli all’autonomia e sconfiggere le paure.

Paure, sogni, fantasie, desideri: il campus dei Leprotti è stato molto più che divertenti giochi nel verde: si è rivelato anche un’occasione per riflettere su se stessi e sul proprio percorso su questo mondo. “La tematica proposta è stato il calendario celtico - spiega Fabio Mazzetto -. Abbiamo quindi scelto una decina di piante con diverse caratteristiche: l’acero come simbolo di avventura, la betulla portatrice di magia, l’ontano legato alla paura. Da questi spunti storici e culturali, proposti in maniera che ai ragazzi potessero arrivare, si sviluppavano le giornate di campus, ognuna con un tema diverso”

Al Summer Camp si sono svolte molte attività educative mirate, grazie anche all’apporto di professionisti esterni: l’insegnante di teatro e psicomotricità, che ha portato i ragazzi ad inventare e mettere in scena un piccolo spettacolo; la naturalista, per affrontare la scoperta della natura con consapevolezza; l’insegnante di inglese, perché al Summer Camp si facevano anche i compiti; l’insegnante di cucina, che ha coinvolto i ragazzi in divertenti laboratori utilizzando i prodotti dell’orto didattico dei Leprotti: tanti ortaggi e frutti di bosco per realizzare piatti e dolci da far assaggiare la sera ai genitori.

In perfetta economia circolare e con un approccio eco-sostenibile, che poi è alla base della filosofia dell’Oasi i Leprotti.

Per finire, due collaborazioni importanti, una pianificata, l’altra inaspettata: “E’ stato bello per i ragazzi organizzare una vendita benefica dei prodotti dell’orto didattico a favore dell’Associazione AISLA, che aiuta persone affette da SLA - racconta Nicoletta Panigada. Ma un’altra sorpresa aspettava i ragazzi del campus. “C’è stata anche una inaspettata collaborazione con il Parco del Ticino e la LIPU – continua Nicoletta -. Durante una delle notti in cascina abbiamo trovato un piccolo pipistrello in difficoltà che abbiamo chiamato Rinalda: soccorso a dovere è stato affidato alla LIPU e poi rimesso in libertà. Pensate che erano ben 18 anni che nel nostro territorio non si vedeva un pipistrello di questa specie... ed è stato scoperto proprio dai nostri ragazzi!”.

Le avventure al Summer Camp dei Leprotti non finiscono mai…

Melania Pecoraro

Festa Finale